Producertech Homepage
Forum Home Forum Home > Music Production General > General Producer and DJ Chat
  New Posts New Posts
  FAQ FAQ  Forum Search   Events   Register Register  Login Login

distintivi delle squadre brasiliane maglie Barcelo

 Post Reply Post Reply
Author
Message Reverse Sort Order
magliamondialib2 View Drop Down
Tea Boy
Tea Boy


Joined: 11 Sep 2018
Status: Offline
Points: 4
Post Options Post Options   Thanks (0) Thanks(0)   Quote magliamondialib2 Quote  Post ReplyReply Direct Link To This Post Topic: distintivi delle squadre brasiliane maglie Barcelo
    Posted: 11 Sep 2018 at 7:07am
Il Brasile è stato il pioniere dei primi quattro nel 1950, ritirando un giocatore in più maglie Barcelona bambino nel cuore della difesa per darsi una copertura aggiuntiva.

Significava che i terzini potevano spingersi più in largo e dare loro un corridoio davanti per andare avanti. Da quando Nilton Santos si è fatto avanti per segnare un gol nella Coppa del Mondo del 1958, il Brasile è noto per i terzini in attacco.

L'evidenza della partita di venerdì sera contro gli Stati Uniti, tuttavia, è che l'allenatore Tite ora sta cercando maglie Real Madrid bambino qualcosa di leggermente diverso.

È sempre difficile trarre troppe conclusioni dalle partite amichevoli, specialmente quelle come quella del New Jersey, quando il risultato non è mai stato davvero in dubbio. Ma si può ipoteticamente sostenere che Tite abbia riflettuto sulla sconfitta dei quarti di finale in Belgio contro il Belgio e abbia scelto di dare una piccola modifica al suo schieramento.

Un'interessante omissione dell'attuale squadra è il terzino sinistro del Real Madrid Marcelo. Chiaramente non è stato abbandonato per motivi di età. Marcelo ha 30 anni; Filipe Luis, che ora è la prima scelta, ha Juventus RONALDO maglia da calcio tre anni in più. Ma se manca lo splendore offensivo di Marcelo, Filipe Luis è più saldo in difesa.

Poco più di due mesi fa a Kazan, l'allenatore belga Roberto Martinez ha sfruttato appieno le deficienze difensive del fianco sinistro del Brasile. In cima a quella parte c'era Neymar, il cui contributo difensivo è limitato. Operando dalla sinistra a centrocampo c'è Philippe Coutinho, più un centravanti che un vero centrocampista. E dietro di lui c'era Marcelo, il cui spostamento in avanti lascia spazio alle spalle - e il cui gioco difensivo è sempre stato un po 'lento.

Il Belgio spinge il centravanti Romelu Lukaku verso l'ala da quel lato, dove trova spazio  per prendere il possesso e dare alla difesa del Brasile un momento molto imbarazzante. È stato anche da quel canale che Kevin De Bruyne ha sparato a casa quello che si è rivelato l'obiettivo decisivo.

Tite desidera chiaramente mantenere la combinazione Neymar-Coutinho. C'è una logica ovvia a questo: come visto più volte in Coppa del Mondo, il fatto che Neymar attiri così tanto la marcatura spesso può aprire spazio a Coutinho. La coppia che opera insieme ravvicinata può davvero far girare la palla.

E così, nella ricerca dell'equilibrio, Marcelo viene scartato e Filipe Luis entra per tenere il forte.

L'altro fianco offre ulteriori prove del cambiamento di enfasi. Fino al suo infortunio pre-Coppa del Mondo, Dani Alves  ha giocato da destra, piuttosto che da terzino destro. Avrebbe gareggiato e usato il suo talento costruttivo e, come Marcelo, è più felice di attaccare che difendersi.

Quando Alves è rimasto ferito, Tite ha escluso esplicitamente la possibilità di chiamare Fabinho, sulla base logica che il giocatore è stato convertito in un centrocampista centrale. Ma ora c'è stato un cambiamento di cuore, e forse non solo perché in Brasile sorprendentemente manca di forza in profondità nella posizione di terzino destro. Sembra anche chiaro che Tite sta cercando caratteristiche diverse dal giocatore che riempie il ruolo.

Vero, Fabinho ha fatto una prestazione in avanti che ha vinto un rigore (molto dubbio) contro gli Stati Uniti. Ma con Douglas maglie Liverpool bambino Costa che tormentava il lato sinistro della difesa degli Stati Uniti, Fabinho non ha avuto bisogno di spingere la linea, visto che i terzini brasiliani hanno teso fare negli ultimi decenni. Invece, potrebbe rimanere in profondità, sia per difendere che per costruire. Come disse Tite di lui dopo la partita, "Fabinho è bravo nell'aria e può aiutare la ricomposizione della quarta parte, è più un giocatore posizionale, con buone abilità di passaggio".

Uno degli elementi distintivi delle squadre brasiliane degli ultimi 30 anni è stato il bilanciamento più difensivo del centrocampo, necessario per liberare i terzini dal bombardamento. Sembrerebbe che questo sia invertito, esemplificato dalla presenza di Coutinho nel trio di centrocampo. E così, per schierare sia gli ali che il centrocampista, i terzini devono rimanere più a fondo - a parte l'occasionale esplosione in avanti come elemento di sorpresa.

La partita di martedì contro il Salvador potrebbe non fornire molte ulteriori prove di un cambio di priorità. L'occasione avrà probabilmente molto più a che fare con i giovani giocatori sanguinari che con il bilancio collettivo della squadra. Ma l'incontro del mese prossimo con l'Argentina sembra già interessante. Nella loro vittoria per 3-0 sul Guatemala venerdì, il giovane argentino ha visto un paio di ali e ha cercato di attaccare velocemente lungo i fianchi. Hanno trovato molto spazio contro il Guatemala. Forse la nuova razza brasiliana di terzini più cauti sarà in grado di sbattere la porta.
Back to Top
 Post Reply Post Reply
  Share Topic   

Forum Jump Forum Permissions View Drop Down